Megamark esternalizza Piramide e annuncia il licenziamento di 46 dipendenti, di cui dieci di Trani: sindacati e lavoratori in rivolta

Il braccio di ferro lavorativo e sindacale è ufficialmente partito, con tutti i disagi già determinati dal blocco di otto ore attuato, dall'alba di ieri, da tutti i lavoratori della Piramide commerciale italiana Spa, piattaforma logistica del Gruppo Megamark, che la grande azienda tranese della distribuzione intende esternalizzare.

Alla Piramide lavorano 100 persone, di cui però 46 sono state interessate lo scorso 3 settembre da una lettera di licenziamento dopo che l'azienda, il 21 agosto, aveva comunicato l’avvio della procedura per riduzione del personale ai sensi di legge.

«Inizialmente aveva chiesto loro di dimettersi - fa sapere il segretario provinciale della Filcams Cgil, Antonio Miccoli - per essere presi in carico dal soggetto terzo cui è stato affidato in appalto il servizio. Poi, a fronte del rifiuto dei sindacati e dei lavoratori di rassegnare le dimissioni, è arrivata la decisione di licenziarli indicando espressamente nomi e cognomi dei 46 lavoratori destinati a tornare a casa e creando, così, turbamento e divisioni fra gli stessi».

Divisioni che sul campo, però, non si sono viste poiché, sempre secondo quanto riferisce il segretario della Filcams, «allo sciopero hanno aderito tutti, compresi i lavoratori non interessati dal licenziamento. Tanto che oggi (ieri, ndr) nella sede della piattaforma logistica è entrato soltanto il direttore, ma nessuno dei lavoratori, mostratisi compatti e solidali fra loro».

I disagi si sono presto manifestati nella misura in cui 50 camion sono rimasti bloccati ai margini dell'area interessata, di cui 30 che avrebbero dovuto scaricare merce e 20 che avrebbero dovuto caricarla.

I sindacati, peraltro, non accettano il fatto che lavoratori di età media di 55 anni - ancora troppo giovani per andare in pensione ma già troppo vecchi, lavorativamente parlando, per trovare un'altra occupazione, escano improvvisamente di scena per una scelta imprenditoriale che Miccoli definisce «inspiegabile. La Megamark è tutt'altro che un'azienda in crisi, e probabilmente tale scelta viaggia nella direzione di produrre ulteriori utili. Ma quello che fa specie è che se da una parte l'azienda, attraverso la sua fondazione, si proclami nei fatti vicina al sociale ed alla diffusione della cultura, dall'altra ricorra a mezzi socialmente e culturalmente censurabili».

I 46 lavoratori sono prevalentemente di Trani (una decina), Bisceglie e Molfetta: dunque, la protesta in atto investe numerose famiglie della Provincia di Barletta-Andria-Trani e rischia di amplificarsi in maniera precisa ed imprevedibile.

I sindacati hanno proclamato altre otto ore di sciopero in data ancora da destinarsi e, nel frattempo, fanno sapere che l'azienda non ha ancora formalmente risposto alle loro sollecitazioni e, pertanto, non è stato tuttora convocato alcun tavolo per discutere nel merito della delicata questione: «Se c'è un problema di produttività, il sindacato non si tira indietro - afferma Miccoli - e siamo pronti a discuterne, ma è troppo comodo scegliere la strada dei licenziamenti».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

La Trani-Andria avrà il tanto invocato ponte a metà strada: la Regione Puglia vi ha impegnato quasi 4 milioni di euro Ponte sulla Trani-Andria, Corrado: «Bene ha fatto la Provincia a non mollare la presa sulla Regione» Ponte sulla Trani-Andria, Laurora (Italia in Comune): «Traguardo storico». E ringrazia Caracciolo, Giannini e Lodispoto Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, pronto il microcredito per progetti imprenditoriali Consorzi guardie campestri della Bat, la federazione sindacale Cosp dichiara lo stato di agitazione Alloggi di via Grecia, Luigi Magnifico di Sunia risponde a Briguglio: «Il sindacato fa il suo mestiere, l’assessore sa fare il suo?» Tranincorsa, Umbro premia la tenacia del concorrente più anziano: Vincenzo Mirizzi di 86 anni Che successo la Trani Night Run! In centinaia alla corsa di sabato sera Trani autism friendly, oggi la sottoscrizione dell'accordo plurilaterale Al via l'undicesima stagione del circolo del cinema Dino Risi: si comincia oggi con una serata dedicata a Luciano Salce Age di Trani e Csv insieme per un corso di formazione gratuito. Si comincia oggi Settimana pugliese dell'alimentazione, oggi un incontro all'I.I.S.S. Aldo Moro A Trani l'assemblea generale dei soci della Lega Navale, giovedì l'apertura ufficiale con il presidente nazionale Santo Graal di Trani, mercoledì festa per i 20 anni di attività. Il weekend si tinge di rock'n'roll con i Billie Hard e di musica italiana con il tributo a Battisti e Dalla Cinema Impero, la programmazione della settimana Roberto Emanuelli presenterà il suo nuovo romanzo anche a Trani: appuntamento al Regia giovedì prossimo “Alimentazione e benessere per nonni e nipoti”, prosegue il corso di formazione gratuito a villa Guastamacchia: sabato il secondo appuntamento AGGIORNATO. Moda, musica e animazione: rinviata a domenica 20 ottobre la street art in corso Vittorio Emanuele con l'associazione Forme Importanza della rianimazione cardio polmonare, domenica prossima dimostrazione in piazza Quercia AGGIORNATO. Natale di Trani, prorogate al 21 ottobre le manifestazioni d'interesse per realizzare manifestazioni Palazzo Beltrani, prosegue la mostra personale di Michele Macchia "Visioni dal futuro" Regione Puglia, libri scolastici gratuiti e semigratuiti: domande entro il 23 ottobre Riparte la stagione artistica della rassegna “Jazz & Dintorni”: primo appuntamento il 25 ottobre al teatro Impero Trani, muffe e infiltrazioni nel Monastero che ancora deve riaprire: lavori urgenti per 11mila euro Trani, furto di rame in un ex deposito per il confezionamento di mitili: arrestato un 51enne
PUBBLICITA' AllarmEvolution