Tempo di open day per il Liceo De Sanctis: oggi porte aperte per conoscere gli indirizzi dell'istituto

Domenica 26 gennaio 2020 lo storico liceo tranese apre le sue porte e si racconta a genitori e studenti delle scuole medie. 

“Prima di essere ingegneri voi siete uomini”. Con queste parole, rivolte ai suoi studenti di Zurigo, Francesco De Sanctis, il grande patriota e intellettuale a cui è intitolato il liceo classico, linguistico e delle scienze umane di Trani, viene ricordato nell'iscrizione che campeggia ancora oggi all’ingresso del Politecnico della città svizzera. Il significato profondo di quella frase rivive ogni giorno nelle aule dello storico Liceo, che, oltre a fornire ai suoi studenti una solida preparazione, affinchè si realizzino nel mondo delle professioni, li educa ai valori dell’humanitas, perché siano innanzitutto uomini e donne.

Orgogliosi della sua storia e della sua identità, dunque, domenica prossima, 26 gennaio (10:30 –13:00; 17:30 – 20:00), la Dirigente, prof.ssa Grazia Ruggiero, e tutta la comunità scolastica del “De Sanctis” invitano i genitori e gli studenti delle scuole medie del territorio a scoprire la sua ampia e articolata offerta formativa. Quattro sono i percorsi liceali proposti, ciascuno con una propria fisionomia, ma accomunati dall’obiettivo di preparare gli studenti a vivere con consapevolezza la propria cittadinanza “glocale”.

Il liceo classico, con i suoi due indirizzi “Internazionale” e “Pitagora”, muove dal confronto col mondo antico come chiave conoscitiva e critica del presente, per poi arricchirsi grazie all’intensificazione dello studio della lingua inglese o della matematica, della logica e della fisica. Gli studenti del liceo classico, così formati, potranno affrontare, con serenità e competenza, qualunque scelta universitaria.

Il liceo linguistico, naturalmente orientato ad offrire una dimensione educativa interculturale ed un respiro internazionale, rappresenta un unicum a livello territoriale, grazie all’insegnamento della lingua cinese, in combinazione col tedesco e l’inglese. Queste tre lingue, con le loro peculiarità, offrono agli studenti l’opportunità di confrontarsi col mondo intero, anche in una prospettiva innovativa di studio e di lavoro.

Il liceo delle scienze umane, caratterizzato dalla natura composita delle sue materie di indirizzo (pedagogia, sociologia, antropologia, psicologia) educa alla scoperta del sé e dell’altro, al potenziamento delle capacità relazionali e alla comprensione delle dinamiche sociali, con particolare attenzione al mondo dell’educazione e della comunicazione. Il liceo delle scienze umane opzione socio-economico (LES) rappresenta una scelta innovativa, un liceo con lo sguardo rivolto alla comprensione del presente attraverso lo studio dei fenomeni economici, sociali e culturali che caratterizzano il nostro tempo. Lo distingue anche la presenza, accanto all’inglese, di una seconda lingua moderna, lo spagnolo, che sostituisce il tradizionale studio del latino.

L’open day, dunque, sarà l’occasione per approfondire la conoscenza di questi indirizzi, dialogando con docenti e studenti e visitando l’Istituto. Numerose le iniziative presentate nel corso dell’open day: certificazioni, scambi culturali e stage sul versante delle lingue straniere, innovativi Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (ex Alternanza Scuola Lavoro) sui temi della valorizzazione del patrimonio culturale, del marketing turistico, del diritto e della legalità, del sociale, dell’europrogettazione. Sarà, inoltre, possibile scoprire esperienze di didattica digitale e innovativa realizzate in tutte le discipline, in una prospettiva interdisciplinare e transdisciplinare. È questo un settore in continua espansione del liceo “De Sanctis”, nel quale sapere umanistico e scientifico dialogano e si contaminano continuamente, in cui gli alunni possono studiare su preziosi volumi del XVI secolo, ma anche imparare ad utilizzare stampanti 3D, tavoli touch screen, ambienti virtuali di apprendimento, realtà aumentata.

A rendere possibile tutto questo è anche un intenso ed efficace lavoro di progettazione, che ha consentito di vincere numerosi bandi PON (FSE e FESR), del Ministero per i Beni e le attività Culturali e per il Turismo e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale.  

Le famiglie potranno visitare il laboratorio scientifico, che ospiterà alcuni esperimenti, e, con la guida competente degli studenti, il museo scientifico ESMEA, che raccoglie la collezione dell’antica strumentazione scientifica del “De Sanctis”. Sarà aperta al pubblico anche la Biblioteca scolastica, al centro di numerosi progetti che hanno reso la scuola capofila e beneficiaria del progetto MiBACT Poli di biblioteche scolastiche" per la promozione del libro e della lettura. Il Liceo “De Sanctis” è, inoltre, scuola capofila della rete dei Licei classici della Regione Puglia, nell’ambito della quale promuove e favorisce l’innovazione didattica e metodologica, anche in chiave digitale.

Il dirigente scolastico, insieme allo staff, alle ore 11:30 e alle ore 18:30, incontrerà nell’aula magna dell’istituto le famiglie, per presentare l’offerta formativa curricolare ed extracurricolare. Sarà anche l’occasione per dare voce alle testimonianze di alcuni ex alunni, oggi brillanti studenti universitari o professionisti affermati, e presentare i due importanti progetti teatrali del Liceo, quello di teatro moderno Parolenote e quello di teatro classico, che concorrono alla formazione integrale degli studenti grazie alla valorizzazione dei loro talenti artistici.

Il Liceo “De Sanctis”, da oltre un secolo uno dei protagonisti indiscussi della storia della città e del territorio, offre, dunque, ad ogni studente l’opportunità di costruire il proprio futuro entrando a far parte di questa storia, scrivendo da protagonista la sua pagina.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Scompare un rudere ma, di fronte, ne resta un altro: Trani, che ne sarà di Villa Maggi? Coronavirus, tutti negativi i presunti casi segnalati in Puglia Coronavirus, la Puglia verso il censimento di chi rientra dal nord «Mediterraneo sia sempre terra di pace». Bari, il racconto della visita di Papa Francesco Dedicazione di San Magno, l'omelia del vescovo di Trani: «Edificare una chiesa significa costruire la fratellanza di una comunità» Trani, ripulito un chilometro di strada rurale nei pressi del ponte Lama. Briguglio e di Gregorio: «Spese ingenti solo a causa dell'inciviltà» Trani, va in gara la direzione dei lavori per la riqualificazione della pinetina di via Andria Canile sanitario e randagi: alla Lega nazionale di Trani impegno di spesa totale di 80 mila euro Trani entra con Ferrante nella Commissione di garanzia nazionale del Pd: ulteriore passo verso le regionali? È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Il ritorno» Trani, il cuore oltre la rete: ribaltata Noci 3-2 Vittoria con il brivido per la Vigor Trani: Negro e Mazzilli stendono il San Severo Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, venerdì prossimo sul palco Jamiroquai tribute band Dirigenti scolastici, venerdì prossimo seminario di formazione e assemblea sindacale a palazzo Discanno Teatro Mimesis, prosegue la stagione di prosa 2019/2020. Prossimo appuntamento, venerdì La Fondazione Aldo Ciccolini ospita la pianista russa Violetta Egorova: appuntamento venerdì prossimo Trani Marathon, domenica prossima la gara di 4km: iscrizioni entro il 27 febbraio Palazzo Beltrani, fino al 1mo marzo la mostra G20 a cura di Isabella Battista Giornata della memoria, al Castello Svevo fino al 26 marzo la mostra "Auschwitz nelle opere degli ex-prigionieri" VIDEO. Trani religiosa: benvenuta San Magno, «casa di Dio con gli uomini» San Magno consacrata e il sindaco di Trani già guarda oltre: «Primo passo verso la riqualificazione del quartiere» Coronavirus, dal dipartimento della salute della Regione rassicurazioni: «In Puglia nessun allarme» Coronavirus, anche i pediatri di Trani si uniscono all'appello ai genitori: «Non portate i bambini in studio o al pronto soccorso» Trani, "Noi a sinistra per la Puglia" presenta il lavoro svolto in regione. Santorsola: «Mi ricandido: tanto abbiamo fatto e potremo fare ancora» Tassazione sui terreni agricoli edificabili, Rosa Uva (Buongoverno): «Le famiglie pagano oneri troppo esosi» Trani, al Polo museale la lezione del professor Paolo Vitti sulle volte laterizie nel Mediterraneo
PUBBLICITA' Centro Diagnostico Tranese