Obbligo di laurea per i maestri scolastici, anche da Trani la Lega si mobilita in favore di chi rischia il licenziamento

«La sentenza plenaria del Consiglio di Stato di qualche giorno fa rischia seriamente di produrre il più grande licenziamento di massa della scuola italiana. Sono infatti in tutta Italia oltre 50.000 le maestre ed i maestri che, a causa degli effetti della sentenza che prevede l’obbligatorietà della laurea, rischiano di perdere il posto di lavoro».


È così che inizia un comunicato stampa, a firma di Rossano Sasso, coordinatore regionale della Lega in Puglia, sottoscritto da tutti i coordinatori provinciali e cittadini, e quindi anche da Gianni Biancofiore, coordinatore di Trani della Lega Puglia.


«Tutto ciò è assurdo se si pensa che quando questi insegnanti hanno iniziato a lavorare, il titolo abilitante all'insegnamento era costituito dal diploma magistrale. Parliamo anche di circa 3.000 docenti pugliesi sparsi in tutta Italia, e di almeno 500 che insegnano nelle scuole pugliesi: a rischio è la tenuta di tutta l'organizzazione della nostra scuola nei prossimi mesi, oltre al danno che i bambini potrebbero subire perdendo le loro maestre e la conseguente continuità didattica.


Come al solito, dinanzi alla incapacità governativa del Pd, ne fanno le spese i lavoratori della scuola, prima utilizzati dallo Stato per crescere i nostri figli, e dopo anni di sacrifici sbattuti in mezzo ad una strada con una sentenza politica. I nostri maestri e le nostre maestre, artefici di quella che da più parti è stata definita come una delle migliori scuole elementari al mondo, che vengono buttati fuori dopo anni di esperienza acquisita sul campo. Siamo vicini a tutti i diplomati magistrale e a tutti i lavoratori della scuola. Una volta al Governo con Matteo Salvini metteremo ordine in un settore importante come quello dell'istruzione massacrato e umiliato dal Pd, cercando di attuare soluzioni concrete che non penalizzino i lavoratori, tenuto conto del fatto che in questi anni il legislatore scolastico, raffazzonato e improvvisato, ha innescato anarchia e guerra tra “poveri”.


Nell'immediato, i nostri avvocati sono al lavoro per predisporre un’azione legale dinanzi ai giudici del lavoro e alla Corte di giustizia europea, per evitare il licenziamento di questi lavoratori. Lo Stato ed il Pd non possono pensare di risolvere il problema del precariato, eliminando e licenziando i precari».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Dalla discarica alla cava, dai finanziamenti all'arcivescovo: questo, ed altro, in Appuntamento con Trani Trani, irruzione in villa Bini: tramutato in arresto il fermo dei due responsabili Tentarono un furto e un omicidio a Trani, fermati a Cerignola Trani, chiusura di un pezzo di corso: per cinque giorni i bus dell'Amet percorreranno corso Imbriani Trani, rischio incidenti e perdite idriche: chiuso per lavori un pezzo di via Duchessa d'Andria e, da lunedì, divieto di transito anche in un tratto di corso Trani, arriva il nuovo sito internet. Da fine mese, attivo anche il sistema di gestione informatica del flusso documentale dei provvedimenti amministrativi Lavoratrice trasferita torna a casa, il giudice del lavoro del tribunale di Trani riconosce le ragioni della Filcams Progetto “Trani città cardioprotetta”: lunedì la sottoscrizione del protocollo d’intesa Presentazione del nuovo piano regionale delle politiche sociali, si mobilita anche Trani I ponti ferroviari di Trani diventano mega bacheche pubblicitarie: tutto regolare, è una gara nazionale di Rfi Pistolettate in pescheria, Zaccaro passa dal carcere ai domiciliari: per il Riesame, non fu tentato omicidio "Il violino di Auschwitz", al Polo museale via alla seconda parte delle manifestazioni per la Giornata della memoria Bitonto-Trani senza Faccini e, forse, Fernandez. Pizzulli: «Cercheremo di essere più forti di tutto» Volley serie C femminile, ultima giornata di andata: Adriatica Trani di scena a Potenza Fortitudo già in campo questa sera a Bari. Juve Trani, semi passeggiata domani con Foggia Apulia Trani, trasferta difficile a Roma contro la Lazio Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Oggi l'ingresso a Teramo di Mons. Leuzzi: da Trani, una nutrita delegazione diocesana Oggi, al Dino Risi jazz corner di Trani, “South connotation” Oggi a Trani workshop sul progetto "Sight for kids" “Adozione, primo incontro con il bambino ed ingresso in famiglia”: oggi, a Trani, nuovo incontro del Comitato “Teniamoci per mano” La Polizia locale di Trani, domani, festeggia san Sebastiano Cava dei veleni bis a Trani, ancora fumi: domani, nuovo sit in "Jazz e dintorni" all'Impero di Trani: venerdì 16 febbraio, Matteo Brancaleoni "Aldo Moro" di Trani, primo open day domani Auser Trani, da lunedì prossimo al via il corso di ginnastica dolce per over 60 Alla parrocchia san Giuseppe di Trani, a partire da lunedì, i festeggiamenti in onore di san Ciro: il programma completo Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, a Trani incontro martedì Martedì nella biblioteca di Trani presentazione del libro "Andare per i luoghi del cinema" Emergenze ambientali, l'ecologista Paul Connett torna a Trani martedì prossimo: vi era già stato nel 2005, per il «no» al termovalorizzatore I giornalisti festeggiano il loro patrono, san Francesco di Sales: messa a Trani mercoledì Omaggio ad Alfredo Albanese: il Capo della Polizia a Trani giovedì prossimo “Chiedilo al notaio”, prossimo appuntamento al Comune di Trani il 1mo febbraio. Prenotazioni fino a venerdì prossimo Sereno variabile a Trani: la puntata andrà in onda il 27 gennaio, alle 17.05, su Rai2 Arsensum di Trani, prosegue la stagione concertistica. Domenica 28 gennaio, serata dedicata a Piazzolla Palazzo Beltrani, la collettiva di arte contemporanea “Artis gratia” prolungata fino al 28 gennaio Stagione teatrale di Trani, martedì 30 gennaio "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso Ritorna il Giornale di Trani e Radio Bombo ne compie 40: sarà un 2018 di storia, rinnovato impegno e testimonianze
PUBBLICITA' Antiche Arcate