Amarcord con Carolina Morace

Amarcord di un periodo d'oro del calcio femminile tranese, caratterizzato da tre scudetti, una Coppa Italia e diversi trofei internazionali. Erano le ragazze della "mitica" Trani '80, un modello di squadra a cui ancora oggi si fa riferimento. E la città ha abbracciato idealmente le protagoniste di un periodo d'oro dello sport tranese festeggiando con il solito entusiasmo - ed un pizzico d'emozione da parte di qualcuno - Carolina Morace, Anne O'Brien, Debora Montagnani e le altre ragazze di quel Trani che hanno aderito, alcune solo idealmente, alla simpatica iniziativa voluta dalla presidentessa del nuovo Trani femminile, Florinda Festa, che con molta buona volontà, ed anche un pizzico d'improvvisazione, ha organizzato questa rimpatriata delle glorie del calcio femminile tranese per festeggiare la promozione del nuovo Trani femminile in B. Il Comunale, nonostante i tanti "acciacchi" di quest'ultima travagliata stagione (con tribuna e gradinata inagibili), ha dato il meglio di sè per quanto poteva...: spettatori tutti a bordo campo per una gran festa. La partita tra la mista del Trani di ieri e di oggi, rinforzata dalla nazionale azzurra Manuela Tesse, contro la rappresentativa degli Avvocati del Foro di Bari, in cui militava anche il "nostro" Giuseppe Modesti, si è conclusa per 5-3 per le toghe baresi. Occhi puntati, naturalmente, su Carolina Morace, che tornava sul terreno delle prime imprese con un pizzico d'emozione malcelata. Come ai tempi del... Liceo, Carolina ha lottato e segnato con la grinta che l'ha sempre contraddistinta. Per lei tanti applausi, decine di autografi, qualche vecchia foto rispolverata da tifosi biancoazzurri ed un carico di ricordi da riportare a Roma. Ma soprattutto lo spunto per lanciare il suo più grande desiderio: chiudere la carriera di calciatrice con una gara spettacolo da giocarsi a Trani, il prossimo settembre. Un'idea subito raccolta da alcuni amici tra cui gli ex dirigenti della Trani '80, come Nino Losito, Vladimiro Falcone, Paolo Loporchio ed il mister Santino Barbato, presenti a bordo campo. Anche il delegato della FIGC per il calcio femminile Puglia, Antonio Traversa, che ha portato i saluti del presidente federale Franco Biscozzi, ha comunicato l'interesse per una manifestazione di forte richiamo per il calcio femminile pugliese, in cerca di nuovi orizzonti. Carolina Morace ci crede: "È un'idea che coltivo da tempo. Spero che per settembre ci sia una buona agibilità della struttura per organizzare questa gara nella città che mi ha lanciato. Ho già avviato contatti con le più forti giocatrici del nostro campionato ed intendiamo sfidare una rappresentativa formata dagli allenatori di A e B del campionato maschile". La gara potrebbe essere inserita tra le manifestazioni del ricco calendario dell'Estate Tranese, ma prima occorrerà rendere parzialmente agibile la gradinata. Un impegno da onorare da parte della prossima amministrazione comunale, cui certamente non sfuggirà anche la ricaduta in termini promozionali per questa iniziativa per Trani non solo sportiva. Attorniata dalle ragazze del nuovo corso del calcio tranese, Carolina non ha smentito il suo carattere. Consigli tanti, ma anche qualche strizzatina d'orecchio: "Le ragazze che sono arrivate alla B ora devono allenarsi con costanza, acquisendo anche l'educazione ad essere atleta. In ciò potranno essere aiutate se anche gli organi istituzionali locali e gli imprenditori daranno il giusto valore al loro impegno. Trani è una piazza che ancora oggi viene ricordata dappertutto per quella squadra di calcio femminile. Con una buona organizzazione societaria si può anche risalire". Nel frattempo, prima di cimentarsi con gli esami del Supercorso di Coverciano, che dovrebbe portarla sulla panchina di una squadra laziale, la Morace, fresco avvocato del Foro di Roma ed apprezzata opinionista su Tele Montecarlo, sta per debuttare come scrittrice: sta infatti per uscire il suo primo libro, "Il calciatore donna", realizzato con il prof. Perrone dell'Università di Roma, in cui sono ripresi gli aspetti medici e tecnici legati alla pratica femminile dello sport maschile per antonomasia. Una strada già intrapresa da un'altra ragazza di quel Trani, anch'ella presente al Comunale, la barese Debora Montagnani, tra le più fresche novità della narrativa italiana con il suo "Non ci resta che Hollywood". Un romanzo quasi autobiografico in cui la protagonista risente "anche della splendida stagione dello sport legata al Trani femminile, che ha formato anche i nostri caratteri", come dice l'interessata. Ed a Trani non ha voluto mancare anche il capitano, Anne O'Brien, che dopo cinque anni di assenza dai terreni di gioco è ritornata a giocare con la sua solita classe. Con lei anche il piccolo Andrea, 11 anni, che sta seguendo le orme della mamma ed è nelle giovanili della Roma. "Trani resta sempre il momento più alto raggiunto dal calcio femminile. Un'esperienza che ti resta nel cuore", naturalmente... biancoazzurro.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Centro Trattamento Innovativi

Notizie del giorno

Trani, lido Matinelle: «Un bimbo sta annegando». Ma era solo un falso allarme per rubare sotto gli ombrelloni Troppi consiglieri in ferie e fuori Trani: il consiglio comunale di mercoledì potrebbe slittare al 3 agosto Discarica, Movimento 5 stelle Trani: «All'amministrazione non importa della salute dei cittadini» «Il giullare» va a Livorno, l'ultimo grande applauso alle vittime delle stragi Approfittare di un disagio «regalandolo» agli altri: a Trani, i ciechi vincono il torneo del Giullare contro gli avversari bendati Lido Mongelli, bruciate altre assi di legno: bagnanti fra i resti dei falò e nessuna traccia del concessionario Trani, fine della telenovela: la cabina sugli scogli non esiste più Estate nel vivo a Trani e nella regione, nuovo appello dalle associazioni del numero verde: «Denunciate i reati del mare» Trani, barca a vela contro gli scogli al Monastero di Colona: salvi gli occupanti, distrutto il mezzo Cinema nel boschetto di Trani, questa sera «Come saltano i pesci» con attrice ospite. Fino al giovedì 5 euro, e sempre con consumazione analacolica Estate di Trani, da oggi Antonio Perla allo chalet della villa comunale Trani, Porcelli rivisita Dante: fino a questa sera, a Palazzo Palmieri, c'è la mostra «Sotterraneo» Beni condivisi, domani la presentazione del regolamento nella biblioteca di Trani European Summer Cup di tennis under 18 femminile a Trani dal 27 al 29 luglio Teatro estivo per ragazzi, domani l'ultimo spettacolo di «Raccontando sotto le stelle» "Fuori museo" a cura della Fondazione Seca: giovedì prossimo a Trani il premio Oscar Nicola Piovani Festa del santo patrono di Trani san Nicola Pellegrino, il programma Opere per il canile di Trani, mercoledì prossimo burraco benefico al lido Anmi Mercoledì prossimo, all'Anmi di Trani, la presentazione del nuovo libro di Mons. Domenico Marrone Fino a mercoledì prossimo l’oratorio estivo “Piano terra” dell’Anteas Trani e della Parrocchia santa Chiara Segni, sigilli, volumi e pergamene: prorogata fino alla fine di agosto la mostra dei tesori dell'Archivio di Stato di Trani Dagli esposti anonimi al libro dell'ex Gip: accertamenti del Csm sulla Procura di Trani Cimitero di Trani, si apposta e «colpisce»: mazzo di fiori da 5 euro rubato in una cappella privata Discarica di Trani, comitato scettico: «La chiuderanno? Certo, non prima di averci portato altre migliaia di tonnellate di rifiuti» Discarica di Trani, la replica di Bottaro e di Gregorio: «È già in fase di chiusura, seguendo tutte le fasi previste per legge» “Cantieri di cittadinanza” al Comune di Trani, liquidati 6mila euro per dodici beneficiari «Voices from Oxford», serata magica per la cattedrale di Trani
PUBBLICITA' Cinerama