Amarcord con Carolina Morace

Sabato 22 Maggio 1999

Amarcord di un periodo d'oro del calcio femminile tranese, caratterizzato da tre scudetti, una Coppa Italia e diversi trofei internazionali. Erano le ragazze della "mitica" Trani '80, un modello di squadra a cui ancora oggi si fa riferimento. E la città ha abbracciato idealmente le protagoniste di un periodo d'oro dello sport tranese festeggiando con il solito entusiasmo - ed un pizzico d'emozione da parte di qualcuno - Carolina Morace, Anne O'Brien, Debora Montagnani e le altre ragazze di quel Trani che hanno aderito, alcune solo idealmente, alla simpatica iniziativa voluta dalla presidentessa del nuovo Trani femminile, Florinda Festa, che con molta buona volontà, ed anche un pizzico d'improvvisazione, ha organizzato questa rimpatriata delle glorie del calcio femminile tranese per festeggiare la promozione del nuovo Trani femminile in B. Il Comunale, nonostante i tanti "acciacchi" di quest'ultima travagliata stagione (con tribuna e gradinata inagibili), ha dato il meglio di sè per quanto poteva...: spettatori tutti a bordo campo per una gran festa. La partita tra la mista del Trani di ieri e di oggi, rinforzata dalla nazionale azzurra Manuela Tesse, contro la rappresentativa degli Avvocati del Foro di Bari, in cui militava anche il "nostro" Giuseppe Modesti, si è conclusa per 5-3 per le toghe baresi. Occhi puntati, naturalmente, su Carolina Morace, che tornava sul terreno delle prime imprese con un pizzico d'emozione malcelata. Come ai tempi del... Liceo, Carolina ha lottato e segnato con la grinta che l'ha sempre contraddistinta. Per lei tanti applausi, decine di autografi, qualche vecchia foto rispolverata da tifosi biancoazzurri ed un carico di ricordi da riportare a Roma. Ma soprattutto lo spunto per lanciare il suo più grande desiderio: chiudere la carriera di calciatrice con una gara spettacolo da giocarsi a Trani, il prossimo settembre. Un'idea subito raccolta da alcuni amici tra cui gli ex dirigenti della Trani '80, come Nino Losito, Vladimiro Falcone, Paolo Loporchio ed il mister Santino Barbato, presenti a bordo campo. Anche il delegato della FIGC per il calcio femminile Puglia, Antonio Traversa, che ha portato i saluti del presidente federale Franco Biscozzi, ha comunicato l'interesse per una manifestazione di forte richiamo per il calcio femminile pugliese, in cerca di nuovi orizzonti. Carolina Morace ci crede: "È un'idea che coltivo da tempo. Spero che per settembre ci sia una buona agibilità della struttura per organizzare questa gara nella città che mi ha lanciato. Ho già avviato contatti con le più forti giocatrici del nostro campionato ed intendiamo sfidare una rappresentativa formata dagli allenatori di A e B del campionato maschile". La gara potrebbe essere inserita tra le manifestazioni del ricco calendario dell'Estate Tranese, ma prima occorrerà rendere parzialmente agibile la gradinata. Un impegno da onorare da parte della prossima amministrazione comunale, cui certamente non sfuggirà anche la ricaduta in termini promozionali per questa iniziativa per Trani non solo sportiva. Attorniata dalle ragazze del nuovo corso del calcio tranese, Carolina non ha smentito il suo carattere. Consigli tanti, ma anche qualche strizzatina d'orecchio: "Le ragazze che sono arrivate alla B ora devono allenarsi con costanza, acquisendo anche l'educazione ad essere atleta. In ciò potranno essere aiutate se anche gli organi istituzionali locali e gli imprenditori daranno il giusto valore al loro impegno. Trani è una piazza che ancora oggi viene ricordata dappertutto per quella squadra di calcio femminile. Con una buona organizzazione societaria si può anche risalire". Nel frattempo, prima di cimentarsi con gli esami del Supercorso di Coverciano, che dovrebbe portarla sulla panchina di una squadra laziale, la Morace, fresco avvocato del Foro di Roma ed apprezzata opinionista su Tele Montecarlo, sta per debuttare come scrittrice: sta infatti per uscire il suo primo libro, "Il calciatore donna", realizzato con il prof. Perrone dell'Università di Roma, in cui sono ripresi gli aspetti medici e tecnici legati alla pratica femminile dello sport maschile per antonomasia. Una strada già intrapresa da un'altra ragazza di quel Trani, anch'ella presente al Comunale, la barese Debora Montagnani, tra le più fresche novità della narrativa italiana con il suo "Non ci resta che Hollywood". Un romanzo quasi autobiografico in cui la protagonista risente "anche della splendida stagione dello sport legata al Trani femminile, che ha formato anche i nostri caratteri", come dice l'interessata. Ed a Trani non ha voluto mancare anche il capitano, Anne O'Brien, che dopo cinque anni di assenza dai terreni di gioco è ritornata a giocare con la sua solita classe. Con lei anche il piccolo Andrea, 11 anni, che sta seguendo le orme della mamma ed è nelle giovanili della Roma. "Trani resta sempre il momento più alto raggiunto dal calcio femminile. Un'esperienza che ti resta nel cuore", naturalmente... biancoazzurro.

Notizie del giorno

Su «Rifiuti zero» arriva il «sì» di Trani, ma è solo un atto d'indirizzo Consiglio comunale, via libera unanime al nuovo Piano di zona Trani-Bisceglie. Risorse per 14 milioni Consiglio comunale, il sindaco di Trani premia cinque dipendenti in quiescenza e quattro agenti per meriti Amet, insediato il nuovo Cda. Il sindaco di Trani crede nel rilancio «Nel portone tutta la vita»: a Trani, multe in arrivo per chi lascia i bidoncini della differenziata fuori degli stabili Tamponamento sulla complanare nei pressi del carcere di Trani: due feriti Regione Puglia, i Carabinieri fanno controlli a tappeto contro il lavoro nero: 80 lavoratori irregolari, 68 denunce e oltre 800mila euro di sanzioni AGGIORNATO con FOTO. Spacciava marijuana di fronte alla chiesa ed alla scuola: la Polizia arresta un cittadino di Trani Rifiuti, il Pd mette il pepe sulla coda dell'Amiu: «Oltre i cestini, attendiamo molte altre risposte» Dopo Amet, quali altre nomine? Nessuno sconvolgimento: solo ritocchi Aree pedonali, alcool bandito, rifiuti in anticipo: da Giovedì santo a pasquetta, tutto quello che c'è da sapere a Trani VIDEO e FOTO. Trani, ecco la quinta edizione della rappresentazione della Passione di Cristo Lega Navale Trani, Valerio Galati s'impone tra gli Standard Trani, nasce l'associazione Libera Idee: in programma già la realizzazione del Calendario tranese 2015 Piano di zona Trani-Bisceglie, oggi ritorna il consiglio comunale Trani, Enzo Matichecchia in regia per "La Passiaune" realizzato dalla cooperativa sociale Uno tra Noi Stagione artistica, oggi a Trani c'è il «Requiem» di Mozart I CeraLacca in Tour nella nostra Puglia ed oggi sulle frequenze di RadioBombo Triduo pasquale, il calendario delle celebrazioni liturgiche e riti popolari nella cattedrale di Trani Palazzo Beltrani, oggi l'ultima «lezione-concerto» Amet Spa, il sindaco Riserbato ricostituisce il consiglio d'amministrazione: nominati cinque componenti Consiglio Trani, intesa alla vigilia: Udc e Ncd si fondono in un gruppo unico. Per ora, quattro i consiglieri Trani, scorribanda di teppisti nella serata di domenica in pieno centro. Spintoni ad un ragazzo, pietre contro un uomo Trani, tra «Marechiaro» e «Mongelli» il bilancio è pesante: oltre due milioni e mezzo quasi tutti buttati al vento «Mare di Trani pulito»: nuova la delibera regionale, ma gli ultimi prelievi dell'Arpa sono di settembre 2013. Il mese prossimo conosceremo i dati di aprile 2014 Scrutatori, sorteggio o designazione? A Trani scoppia il caso Pd Lutto in casa Trani calcio: scomparso il fratello di Francesco Matera