Amarcord con Carolina Morace

Sabato 22 Maggio 1999

Amarcord di un periodo d'oro del calcio femminile tranese, caratterizzato da tre scudetti, una Coppa Italia e diversi trofei internazionali. Erano le ragazze della "mitica" Trani '80, un modello di squadra a cui ancora oggi si fa riferimento. E la città ha abbracciato idealmente le protagoniste di un periodo d'oro dello sport tranese festeggiando con il solito entusiasmo - ed un pizzico d'emozione da parte di qualcuno - Carolina Morace, Anne O'Brien, Debora Montagnani e le altre ragazze di quel Trani che hanno aderito, alcune solo idealmente, alla simpatica iniziativa voluta dalla presidentessa del nuovo Trani femminile, Florinda Festa, che con molta buona volontà, ed anche un pizzico d'improvvisazione, ha organizzato questa rimpatriata delle glorie del calcio femminile tranese per festeggiare la promozione del nuovo Trani femminile in B. Il Comunale, nonostante i tanti "acciacchi" di quest'ultima travagliata stagione (con tribuna e gradinata inagibili), ha dato il meglio di sè per quanto poteva...: spettatori tutti a bordo campo per una gran festa. La partita tra la mista del Trani di ieri e di oggi, rinforzata dalla nazionale azzurra Manuela Tesse, contro la rappresentativa degli Avvocati del Foro di Bari, in cui militava anche il "nostro" Giuseppe Modesti, si è conclusa per 5-3 per le toghe baresi. Occhi puntati, naturalmente, su Carolina Morace, che tornava sul terreno delle prime imprese con un pizzico d'emozione malcelata. Come ai tempi del... Liceo, Carolina ha lottato e segnato con la grinta che l'ha sempre contraddistinta. Per lei tanti applausi, decine di autografi, qualche vecchia foto rispolverata da tifosi biancoazzurri ed un carico di ricordi da riportare a Roma. Ma soprattutto lo spunto per lanciare il suo più grande desiderio: chiudere la carriera di calciatrice con una gara spettacolo da giocarsi a Trani, il prossimo settembre. Un'idea subito raccolta da alcuni amici tra cui gli ex dirigenti della Trani '80, come Nino Losito, Vladimiro Falcone, Paolo Loporchio ed il mister Santino Barbato, presenti a bordo campo. Anche il delegato della FIGC per il calcio femminile Puglia, Antonio Traversa, che ha portato i saluti del presidente federale Franco Biscozzi, ha comunicato l'interesse per una manifestazione di forte richiamo per il calcio femminile pugliese, in cerca di nuovi orizzonti. Carolina Morace ci crede: "È un'idea che coltivo da tempo. Spero che per settembre ci sia una buona agibilità della struttura per organizzare questa gara nella città che mi ha lanciato. Ho già avviato contatti con le più forti giocatrici del nostro campionato ed intendiamo sfidare una rappresentativa formata dagli allenatori di A e B del campionato maschile". La gara potrebbe essere inserita tra le manifestazioni del ricco calendario dell'Estate Tranese, ma prima occorrerà rendere parzialmente agibile la gradinata. Un impegno da onorare da parte della prossima amministrazione comunale, cui certamente non sfuggirà anche la ricaduta in termini promozionali per questa iniziativa per Trani non solo sportiva. Attorniata dalle ragazze del nuovo corso del calcio tranese, Carolina non ha smentito il suo carattere. Consigli tanti, ma anche qualche strizzatina d'orecchio: "Le ragazze che sono arrivate alla B ora devono allenarsi con costanza, acquisendo anche l'educazione ad essere atleta. In ciò potranno essere aiutate se anche gli organi istituzionali locali e gli imprenditori daranno il giusto valore al loro impegno. Trani è una piazza che ancora oggi viene ricordata dappertutto per quella squadra di calcio femminile. Con una buona organizzazione societaria si può anche risalire". Nel frattempo, prima di cimentarsi con gli esami del Supercorso di Coverciano, che dovrebbe portarla sulla panchina di una squadra laziale, la Morace, fresco avvocato del Foro di Roma ed apprezzata opinionista su Tele Montecarlo, sta per debuttare come scrittrice: sta infatti per uscire il suo primo libro, "Il calciatore donna", realizzato con il prof. Perrone dell'Università di Roma, in cui sono ripresi gli aspetti medici e tecnici legati alla pratica femminile dello sport maschile per antonomasia. Una strada già intrapresa da un'altra ragazza di quel Trani, anch'ella presente al Comunale, la barese Debora Montagnani, tra le più fresche novità della narrativa italiana con il suo "Non ci resta che Hollywood". Un romanzo quasi autobiografico in cui la protagonista risente "anche della splendida stagione dello sport legata al Trani femminile, che ha formato anche i nostri caratteri", come dice l'interessata. Ed a Trani non ha voluto mancare anche il capitano, Anne O'Brien, che dopo cinque anni di assenza dai terreni di gioco è ritornata a giocare con la sua solita classe. Con lei anche il piccolo Andrea, 11 anni, che sta seguendo le orme della mamma ed è nelle giovanili della Roma. "Trani resta sempre il momento più alto raggiunto dal calcio femminile. Un'esperienza che ti resta nel cuore", naturalmente... biancoazzurro.

Notizie del giorno

Torre di Pozzopiano, il Comune di Trani si costituisce contro il suo ex dirigente Comune parte civile contro ex dirigente, Laurora (Ncd): «Una vera schifezza. Ora tutta Trani si costituisca contro questa dannosa amministrazione» Trani, opposizione al varco: «Linea unitaria. Niente numero legale e voto contrario ai bilanci. Via questa amministrazione» Carichi a talk. E senza previsionale il Tif deve sperare: il programma ci sarebbe ma "quelli di Trani non cantano" Tentata rapina ai danni di un autista di tir: armi in pugno lo sequestrano e rilasciano poco dopo nelle campagne Caso accesso al mare negato, Eleonora Vitale (Ncd) scrive: «Gli organi trovino una soluzione. Ci sia corretto equilibro tra spiagge in concessione e spiagge libere» Trani, il Giullare in caso di pioggia si tiene al «Palaferrante». Questa sera in scena «Tranche de vie» La Lega Navale di Trani sempre in pieno fermento Avis Trani, decima edizione del Beach Soccer e ottava del Sand Volley Regione Puglia, Nicastro commenta la situazione rifiuti: «I gufi hanno perso, non verremo sommersi dalla spazzatura» Trani, lettera di un cittadino relativa al lido Matinelle: «Incongruenze sul parcheggio. L'accesso al mare dovrebbe essere libero» Caso Lido Matinelle, su Il Giornale di Trani così un mese fa: «Quelle strutture sono autorizzate. Per le forze dell'ordine si tratta di accesso a mare privato» Dal governo Renzi 370mila euro per le scuole di Trani. Ne dà notizia il presidente del consiglio, Fabrizio Ferrante Trani verso il bilancio. Santorsola (Sel): «La maggioranza valuti bene se continuare a mantenere in vita quest'amministrazione» Apulia Trani, a Bisceglie in campo per far vincere la solidarietà Province Bari e Bat, Unimpresa saluta il nuovo Questore, il dott. Antonio de Iesu: «Le auguriamo buona permanenza su questo territorio» Stp, da Trani nuovo affondo di Laurora (Pd): «La Provincia di Bari sia cauta nella vendita delle azioni non si svaluti il costo delle azioni» Destagionalizzazione dei chioschi estivi? A Trani si può: bando per un terzo, sul lungomare, fino a fine ottobre Avis Trani: «Arruolati con noi! Un esercito di 37mila reclutati». Parte il servizio civile Avis Trani, decima edizione del Beach Soccer e ottava del Sand Volley Il Trani femminile torna in serie B? Depositata la domanda di ripescaggio, giovedì il verdetto Trani, il Giullare in caso di pioggia si tiene al «Palaferrante». Questa sera in scena «Tranche de vie» Sicurezza sul lavoro, a Trani la Cna Bat si conferma all'avanguardia con i corsi di aggiornamento Trani si gode il cinema all'aperto a «Il vecchio e il mare». Oggi, «Quando la moglie è in vacanza» Estate di Trani, le mostre in cartellone. Fino a domenica prossima, Aniello Palmieri nel palazzo omonimo Trani, catene all'Hotel Royal: probabile sfratto per morosità. Operazione partita sabato mattina Villa di Trani, installati i tappeti anti trauma: il parco giochi è finalmente disponibile Vigor Trani, ecco Andrea Di Gennaro Trani avrà una bandierina in serie D: Diego Di Tondo. Ritenuto idoneo per il campionato nazionale Dilettanti FOTO. Trani, «miss... on scordato di pulire»: finisce la passerella delle aspiranti modelle e piazza Quercia resta una discarica a cielo aperto Rifiuti per strada a Trani, Amiu replica: «I sacchetti in più sono di chi non pratica la differenziata e conferisce fuori zona» Mare di Trani, il Comitato bene comune presenterà un dossier in Procura. Autocritica sul flop di presenze ed associazioni: «Ci servirà di lezione» Mare di Trani, a Sant'Anna i dati di Goletta verde. Bartucci (Legambiente): «Depuratore allarmante, ma la gente fa il bagno a pochi passi da lì» Darsena di Trani, Avantario (Pd): «Basta poco per rilanciarla, noi ci eravamo riusciti» Trani, quando è la cultura a dare il volto ad una piazza AGGIORNATO. «I luoghi del Fai»: San Domenico non si schioda: 1631 voti, 17ma. Il link e la video-guida