Amarcord con Carolina Morace

Amarcord di un periodo d'oro del calcio femminile tranese, caratterizzato da tre scudetti, una Coppa Italia e diversi trofei internazionali. Erano le ragazze della "mitica" Trani '80, un modello di squadra a cui ancora oggi si fa riferimento. E la città ha abbracciato idealmente le protagoniste di un periodo d'oro dello sport tranese festeggiando con il solito entusiasmo - ed un pizzico d'emozione da parte di qualcuno - Carolina Morace, Anne O'Brien, Debora Montagnani e le altre ragazze di quel Trani che hanno aderito, alcune solo idealmente, alla simpatica iniziativa voluta dalla presidentessa del nuovo Trani femminile, Florinda Festa, che con molta buona volontà, ed anche un pizzico d'improvvisazione, ha organizzato questa rimpatriata delle glorie del calcio femminile tranese per festeggiare la promozione del nuovo Trani femminile in B. Il Comunale, nonostante i tanti "acciacchi" di quest'ultima travagliata stagione (con tribuna e gradinata inagibili), ha dato il meglio di sè per quanto poteva...: spettatori tutti a bordo campo per una gran festa. La partita tra la mista del Trani di ieri e di oggi, rinforzata dalla nazionale azzurra Manuela Tesse, contro la rappresentativa degli Avvocati del Foro di Bari, in cui militava anche il "nostro" Giuseppe Modesti, si è conclusa per 5-3 per le toghe baresi. Occhi puntati, naturalmente, su Carolina Morace, che tornava sul terreno delle prime imprese con un pizzico d'emozione malcelata. Come ai tempi del... Liceo, Carolina ha lottato e segnato con la grinta che l'ha sempre contraddistinta. Per lei tanti applausi, decine di autografi, qualche vecchia foto rispolverata da tifosi biancoazzurri ed un carico di ricordi da riportare a Roma. Ma soprattutto lo spunto per lanciare il suo più grande desiderio: chiudere la carriera di calciatrice con una gara spettacolo da giocarsi a Trani, il prossimo settembre. Un'idea subito raccolta da alcuni amici tra cui gli ex dirigenti della Trani '80, come Nino Losito, Vladimiro Falcone, Paolo Loporchio ed il mister Santino Barbato, presenti a bordo campo. Anche il delegato della FIGC per il calcio femminile Puglia, Antonio Traversa, che ha portato i saluti del presidente federale Franco Biscozzi, ha comunicato l'interesse per una manifestazione di forte richiamo per il calcio femminile pugliese, in cerca di nuovi orizzonti. Carolina Morace ci crede: "È un'idea che coltivo da tempo. Spero che per settembre ci sia una buona agibilità della struttura per organizzare questa gara nella città che mi ha lanciato. Ho già avviato contatti con le più forti giocatrici del nostro campionato ed intendiamo sfidare una rappresentativa formata dagli allenatori di A e B del campionato maschile". La gara potrebbe essere inserita tra le manifestazioni del ricco calendario dell'Estate Tranese, ma prima occorrerà rendere parzialmente agibile la gradinata. Un impegno da onorare da parte della prossima amministrazione comunale, cui certamente non sfuggirà anche la ricaduta in termini promozionali per questa iniziativa per Trani non solo sportiva. Attorniata dalle ragazze del nuovo corso del calcio tranese, Carolina non ha smentito il suo carattere. Consigli tanti, ma anche qualche strizzatina d'orecchio: "Le ragazze che sono arrivate alla B ora devono allenarsi con costanza, acquisendo anche l'educazione ad essere atleta. In ciò potranno essere aiutate se anche gli organi istituzionali locali e gli imprenditori daranno il giusto valore al loro impegno. Trani è una piazza che ancora oggi viene ricordata dappertutto per quella squadra di calcio femminile. Con una buona organizzazione societaria si può anche risalire". Nel frattempo, prima di cimentarsi con gli esami del Supercorso di Coverciano, che dovrebbe portarla sulla panchina di una squadra laziale, la Morace, fresco avvocato del Foro di Roma ed apprezzata opinionista su Tele Montecarlo, sta per debuttare come scrittrice: sta infatti per uscire il suo primo libro, "Il calciatore donna", realizzato con il prof. Perrone dell'Università di Roma, in cui sono ripresi gli aspetti medici e tecnici legati alla pratica femminile dello sport maschile per antonomasia. Una strada già intrapresa da un'altra ragazza di quel Trani, anch'ella presente al Comunale, la barese Debora Montagnani, tra le più fresche novità della narrativa italiana con il suo "Non ci resta che Hollywood". Un romanzo quasi autobiografico in cui la protagonista risente "anche della splendida stagione dello sport legata al Trani femminile, che ha formato anche i nostri caratteri", come dice l'interessata. Ed a Trani non ha voluto mancare anche il capitano, Anne O'Brien, che dopo cinque anni di assenza dai terreni di gioco è ritornata a giocare con la sua solita classe. Con lei anche il piccolo Andrea, 11 anni, che sta seguendo le orme della mamma ed è nelle giovanili della Roma. "Trani resta sempre il momento più alto raggiunto dal calcio femminile. Un'esperienza che ti resta nel cuore", naturalmente... biancoazzurro.

CONDIVIDI

Notizie del giorno

Trani, sorpresa: resta in piedi la commissione elettorale. Confermata l'efficacia anche dei Cda delle partecipate Trani, commissario fino al 17 maggio. Iaculli: "Subito il bilancio e le gare per gli affidamenti" Oggi le prime uscite pubbliche del neo commissario di Trani: dal Giorno della memoria all'incontro con la stampa Grave incidente sulla Trani-Andria: muore 59enne. Due feriti VIDEO. Dimissioni del sindaco e discarica chiusa, i pentastellati di Trani si prendono tutti i meriti "Dialogando su...", Rocco Siffredi sbarca sull'Isola dei famosi. Marco e Chicco per il comitato "Vietato fare battute facili" Soppressione del passaggio a livello di Trani, 70mila euro ai progettisti dello spostamento dei sottoservizi, ma nulla ancora si muove Passaggio a livello di Trani, sei pedoni fuori legge in tre minuti: la causa dei problemi siamo sempre noi Trani, quando anche un chiusino si mette... di traverso. Lavori «dimenticati» in via Giustina Rocca Presunta invasione dei capannoni Ruggia con veicoli aziendali: la Procura di Trani archivia le posizioni di Roberto e Giovanni Gargiuolo Giorno della memoria, oggi si ricorda Vincenzo Pappalettera Trani, Palazzo Beltrani celebra oggi il Giorno della memoria Giorno della memoria, un libro nella biblioteca di Trani Asd Guglielmi Trani, storico piazzamento nel "Torneo internazionale Alpe Adria" Lino Patruno venerdì prossimo al Dino Risi: Trani s'inchina ad uno dei massimi maestri del jazz Trani, al Teatro Mimesis va in scena "La macìara. Si possono guarire le mani?". Prenotazione obbligatoria Castello Svevo di Trani, il primo febbraio appuntamento con "castelli animati" Trani, open day all'istituto Aldo Moro: tre appuntamenti domenicali nel mese di febbraio Biblioteca di Trani, iscrizioni on line alle prime classi delle scuole statali Sistema Trani, depositate le istanze di scarcerazione Circondario di Trani, nell'ultimo anno si è ucciso il doppio. Preoccupante aumento anche delle «morti bianche» Trani, celebrate questa mattina le esequie di Francesco Ferrante presso il Cimitero Trani 2015 nel sentimento dei cittadini/lettori: «Spazio all'imprenditore politico» Trani-Novoli 2-1. Manzari su rigore, poi esce. Sansonna salva, Cannone raddoppia e Rizzo accorcia. Stadio solidale con gli avversari Juve Trani inarrestabile anche senza forzare: venti punti di scarto al Napoli VIDEO. Aquila azzurra Trani vince e vola ancora. Chieppa: «Ora che siamo salvi, proviamo a centrare i playoff» Telmasud Trani non pervenuta: Manfredonia facile 3-0 Prima vittoria per l'Apulia Trani, sconfitto il Palmoli Il Giornale di Trani in edicola: «È tempo». Sindaco ed altri quattro agli arresti, dimissioni a catena: esperienza che si chiude male Rubano auto in via Pedaggio Santa Chiara: un responsabile arrestato dai carabinieri di Trani Trani 2015 ha il primo candidato sindaco. Procacci: «Inutile lamentarsi, il nostro gruppo proverà a cambiare le cose. Anche senza soldi»